Eat

Pasticceria Sissi

Pasticceria Sissi

Milan, Italy

La beatitudine inizia al mattino, con i fagottini di pasta semi-dolce compatta con un velo breve di marmellata d’albicocca, che chiamano semplicemente cornetti vuoti. A metà strada tra la sfoglia e il Pan brioche. Unici, irripetibili, superbi. Li potete scegliere anche con la crema ( molta crema), al cioccolato, oppure salati, ripieni di prosciutto e salame. Mignon oppure regular. Il cappuccino è una crema di latte montato suadente. All’una gli habitué tornano per il pranzo. Supplì di riso grossi come calzoni, farciti con una lava di ragout e besciamella, in grado di saziare da solo anche i più appetenti. Mini quiche friabili e prelibate, sformati di verdure, toast che vi ricorderete a lungo. Quadretti rétro, pareti rosa confetto e bianche, en pendant con la mise della bella signora di colore che vi servirà leccornie con un sorriso. Per noi Sissi non è una semplice pasticceria, è un insieme di cose perfette, di quelle che incantano. Durante la bella stagione si può godere del giardino sul retro.

Percorsi di Gusto

Percorsi di Gusto

L'Aquila, Italy

Gli invidiosi dicono che sia l’acqua de L’Aquila a renderla così buona. Nel centro storico, un concetto di pizzeria che diventa ristorante. Ogni gusto di pizza è una portata e si torna per assaggiarli tutti. La base è una pasta alta croccante, con poca mozzarella di bufala, le farciture sono classiche o insolite. Pasta a fermentazione naturale, arrivi giornalieri di prodotti del territorio. Il risultato è un piatto gourmet.

Shelter Co.

Shelter Co.

California, USA

Prato, bosco, isola. Il posto lo scegliete voi. Loro pensano a tutto il resto: tende deluxe, sedie, tavoli, coperte, cuscini, canne da pesca, marshmallows da arrostire sul fuoco. Un lodging-kit al completo per i nostalgici del campeggio. Everywhere, in California.

The Ivy

The Ivy

Los Angeles, USA

La Città degli Angeli è anche questo. Un ritrovo per star e vip-watcher che accoglie tutti, famosi o non, con la stessa galanteria. Nel cortile le rose ricoprono ogni cosa, dal vivo o stampate. Mentre nelle sale interne, i richiami provenzali si mixano al vintage locale. Cucina mediterranea e cocktail eccellenti.

Chocolate Tree Organic Oasis

Chocolate Tree Organic Oasis

Arizona, USA

Cucina più honest di questa non ne abbiamo mai incontrata. L’intention del locale (che è anche take away e mini market) e della Family che lo gestisce è la seguente: “Chocolate Tree Organic Oasis è un Santuario dove ogni Essere può nutrire la propria autenticità”. L’atmosfera è decisamente new age. I piatti sono gustose combinazioni di ingredienti salutari, 100% organic, 100% homemade. Green Goddess Salad, Mediterrean Wrap, Veggie Burger, Kale Quinoia tra le Raw Cooked Deliciousness. Orto e amaca nel grande giardino sul retro. Superfood in un’oasi di pace, felicità e fiducia nell’umanità.

THE PRAIRIE

THE PRAIRIE

Texas, USA

Forse il Texas non è per tutti dietro l’angolo, ma se avete deciso di sposare un gaucho locale, questo boutique-ranch della interior designer Rachel Ashwell, potrebbe rivelarsi davvero uno sfondo da favola.

Rose Bakery

Rose Bakery

Paris, France

Bakery mignon nel Marais. Santuario di ricette della tradizione anglo-francese in versione organic. Perfetto per colazione, merenda o per un light lunch. To stay or to leave. Lo trovate anche all’ultimo piano del Dover Street Market di Londra.

REFETTORIO SIMPLICITAS

REFETTORIO SIMPLICITAS

Milan, Italy

Un buen retiro in pieno centro, dove vigono regole ferree, ma non troppo. Il telefono rimane acceso solo se si aspettano telefonate “molto importanti”, si può chiedere il bis, se c’è troppo brusio si suona la campanella. Menù del giorno, sia a pranzo che a cena (aggiornati settimanalmente sul sito) per un rapporto qualità-prezzo incredibile. Materie prime di qualità, inclinazione piemontese e, ovviamente, semplicità.

El Obrero

El Obrero

Buenos Aires, Argentina

Un argentino ci ha detto che La Boca non è periferia, a El Obrero ci siamo sentiti alla fine della città. In questa via residenziale avvolta nella luce fioca di pochi lampioni ci si arriva solo in taxi e solo perché si conosce l’indirizzo. All’ingresso un poliziotto è fisso a controllare i commensali che arrivano e ripartono. Calamari fritti, salsiccia alla brace e purè di patate. Cucina abbondante, povera, gustosissima, economica.

Merci

Merci

Paris, France

Proprio a fianco del fantastico concept store Merci, un cafè ispirato al cinema francese degli anni cinquanta, che serve bevande, piatti leggeri (insalata di lenticchie verdi, pane con pomodoro, prosciutto crudo e rucola) e dolci squisiti (crumble di frutta, cheese cake).

Gjelina

Gjelina

Los Angeles, USA

Gjelina è decisamente hip, è sociale, vibrante, giovane. La sera si potrebbe dire piuttosto che è un locale con cucina, con una lunga lista di attesa per il tavolo. Luci basse, musica e voci che si confondono. Il cortile sul retro è perfetto a pranzo o per il brunch della domenica. Ricette tipiche americane rivisitate in chiave californiana, con ampio uso di erbe e verdure. Pizze sottili dai gusti insoliti, leggere e profumate, con influenze italiane. Qualche dollaro in più sul conto. La versione take away è il nostro concetto di “rosticceria” bio, in un ambiente semplice, ma sempre assolutamente elegante.

WYTHE HOTEL

WYTHE HOTEL

New York, USA

Manhattan è una carta da parati viva oltre l’Hudson. Nato la scorsa primavera all’interno di una fabbrica tessile dismessa bordofiume, a Williamsburg, il Wythe è una delle rivelazioni newyorkesi dell’anno. E se proprio non potete dormirci, almeno mangiateci: il Reynards Restaurant, cucina open-air con forno a legna e grill, serve daily-menus che badano alle stagioni. Il servizio in camera non è previsto.

Intelligentsia Coffee

Intelligentsia Coffee

Los Angeles, USA

A Silver Lake c’è una torrefazione dove i camerieri indossano gilet e cappello, miscelano tè e caffè come fossero cocktail, la fila per il proprio cappuccino con brioche e giornale è lunga, ordinata e silenziosa. Sono le sette di mattina di domenica e Griffith Park è vicino e perfetto per proseguire la giornata.

Al Mercato

Al Mercato

Milan, Italy

Al Mercato si fa notare in un modo tutto suo. Non ha insegne che portano il suo nome, solo grandi posate fatte a neon e una lunghissima coda di persone in attesa di un tavolino al Burger Bar, che occupa una delle due stanze del locale. Nell’altra, più silenziosa e intima, il ristorante offre cucina creativa pregiata. Per il Burger Bar non si accettano prenotazioni, vi consigliamo di arrivare molto, molto presto, sia a pranzo che a cena. Fanno burger supremi, ma anche tanto “fine street food”. Beniamino ed Eugenio portano l’alta cucina nei piatti del mondo. Servono portate super gustose e porzioni “virili” in piatti-capolavoro per gli occhi e il palato. La grande cucina è a vista e vorremmo ribattezzarla Heaven’s Kitchen, perchè i due giovani chef e il loro team sembrano divertirsi davvero e mescolarsi ai commensali come in una festa. Siamo in Europa, la musica è giusta, poi dici “peccato solo per la tv”, ma quando capisci che manda un film d’annata super trash sorridi ancora. Un posto fuori dal comune. Molto presto Al Mercato sarà anche in Viale Bligny.

SLOW CLUB

SLOW CLUB

San Francisco, USA

Quando il menù comincia con Homemade Granola mi sentiamo al sicuro. Come allo Slow Club, che si autodefinisce un ristorante casual di quartiere. Approvvigionamenti dalle fattorie e dai ranch fuori città, porzioni più che generose, allegria diffusa. Dalla colazione al drink, in un angolo quieto di Mission.