Traveler’s Picks

Traveler’s Picks

by Chiara Scislowski

Mag 2016

Chiara nasce nelle Marche, in un piccolo paese di mare. Origini polacche da parte paterna e marchigiana da parte di madre.Una domanda spedita per caso la porta a Bruxelles per uno stage alla commissione europea. Seguono due anni a Milano, per un Master sui temi dello  sviluppo locale e poi per un lavoro all'università. Chiara scopre la passione per il viaggio come scoperta di luoghi speciali, per la montagna e per l'escursionismo d'alta quota. Quando torna nelle Marche ha un sogno: aprire un luogo dove accogliere i viaggiatori. Sceglie la  vecchia casa di pescatori di famiglia, di cui cura la ristrutturazione, seguendo i principi della bioedilizia e il design.Una domanda spedita per caso la porta a Bruxelles per uno stage alla commissione europea. Seguono due anni a Milano, per un Master sui temi dello  sviluppo locale e poi per un lavoro all'università. Chiara scopre la passione per il viaggio come scoperta di luoghi speciali, per la montagna e per l'escursionismo d'alta quota. Quando torna nelle Marche ha un sogno: aprire un luogo dove accogliere i viaggiatori. Sceglie la  vecchia casa di pescatori di famiglia, di cui cura la ristrutturazione, seguendo i principi della bioedilizia e il design.

Foto Vanessa Illi

In quale parte del mondo vorresti trovarti in questo momento chiudendo gli occhi?

Nel Parco del Mercantour, nelle Alpi Francesi, a finire quel giro adocchiato anni fa ma mai terminato.

Il ristorante dove ti senti a casa.

Pappa Reale, Cesena. Scoperto per caso, ora sosta obbligata ogni volta che capito in zona. Atmosfera carina e vivace unita ad una scelta di piatti vegetariani e vegani da far venire l'acquolina.

La camera d’albergo che ricordi con maggiore nostalgia.

Una masseria in Basilicata non lontana da Matera. La luce rossa del tramonto, i campi mietuti, i paesaggi lucani bellissimi e incontaminati, il caldo agostano, le pareti bianche, gli arredi antichi.

Il viaggio che potresti rifare e rifare senza annoiarti mai.

Da Milano a Trieste, senza una direzione precisa attraverso le Alpi, con gli scarponi e lo zaino sempre pronti. Verso Nord, la Val Chiavenna, la Valtellina, la Svizzera, l'Alto Adige, le Dolomiti venete e quelle Friulane, Udine, il Collio, il Carso e il mare del Golfo di Trieste. Su e giù tra valli, passi alpini, paesi di montagna, cime rocciose, colline, vigneti e infine il mare.

Il piatto che ultimamente ti ha stupito.

I pancake vegani preparati dalla mia amica Lisa. Caldi, appena tolti dai fornelli, con sopra lo sciroppo d'acero, la marmellata, i piccoli frutti secchi e le mandorle. Una delizia mattutina.

Le vacanze della tua infanzia.

Le Dolomiti venete. Giocare nei prati verdissimi, scoprire i sentieri, i ruscelli, i pascoli, le baite e l'incanto dei paesaggi incontaminati di montagna.

Se un bambino ti chiedesse portami in viaggio, dove lo porteresti?

A passeggiare nei boschi d'autunno, a camminare sopra tappeti di foglie secche.

Potendo sognare, dove inviteresti tutti per festeggiare?

In una baita immersa nella neve.

Una vista indimenticabile.

La visione notturna di Castel del Monte. Un luogo magico.

Il tuo indirizzo Meraviglia, che non può proprio mancare nella nostra collezione.

La Coroncina, Belforte del Chienti. Camere curate, area benessere, cucina vegana a km 0, ulivi, colline. Un'oasi di pace.

Un posto che vorresti avere sempre dietro l’angolo.

Bruxelles. Le case Art Nouveau, i negozi di fiori dove passeresti ore, il Théâtre de Poche nel cuore del Bois de la Cambre, dove ho lasciato un pezzetto di cuore.