Totem Flaine

Totem Flaine

Flaine, France

Apr 2017

Questa storia non inizia un venerdì di metà gennaio in cui raccogliamo i nostri indumenti da montagna, scarponcini, mappe, due vecchi numeri di Meridiani e una guida, nello spazio della nostra sacca tartan. Inizia il giorno in cui Éric Boissonnas, imprenditore visionario e Gérard Chervaz, architetto, scoprirono uno scampolo di pianura protetto dalle pareti immacolate del Grand Massif, in Alta Savoia. Grazie a quel colpo di fulmine e al progetto urbano che Éric e sua moglie Sylvie, appassionati di arte e musica, realizzarono negli anni a seguire con l’architetto Marcel Breuer, oggi asseconderemo a passo d’uomo i capricci della D106 innevata, entreremo dolcemente a Flaine, lasceremo i bagagli nella reception del Totem, unico hotel del villaggio e riporteremo l’auto nel parcheggio, perché, come da sempre qui, l’impatto dell’uomo deve essere minimo e il rispetto per la natura massimo. Arriverà un’altra tempesta e l’indomani faremo fatica a trovare la nostra auto sepolta dalla neve e capiremo perché ragazzi della reception ci hanno messo in mano il kit del perfetto spalatore. Ci scalderemo davanti al fuoco, guardando gli sciatori formato mignon fare su e giù oltre la vetrata, giocheremo ai video-games insieme ai bambini francesi dalle gote arrossate, saltelleremo a piedi nudi nella neve fino alla vasca di acqua calda per poi scaldarci nella sauna, ci sazieremo di un buffet savoiardo pantagruelico e prezioso, chiuderemo e apriremo gli occhi nella stessa tormenta, come in una boule de neige incantata. Passeggiando tra le poche vie incontreremo opere di Jean Dubuffet, di Picasso, Victor Vasarely, Pol Bury, una collezione di capolavori Bauhaus che ospitano i residence e gli appartamenti privati e la piccola chiesa ecumenica voluta da Éric e Sylvie, entrambi protestanti, perché accogliesse ogni fedele. Opera prima dei Friendly Mountain Hotels del Gruppo Sibuet, Totem Flaine è la perfetta interpretazione di ospitalità alpina curata e affordable. Tra le meraviglie dell'unico resort costruito negli anni Sessanta a essere parte del French Historical Monuments Survey.

Parole e foto Laura Taccari.