PAGE

PAGE

Arizona, USA

Ott 2014

Ascoltare A horse with No Name, America (1971)

 

E poi ti capita di salire inaspettatamente a bordo di un velivolo a elica a sei posti, di osservare Los Angeles farsi miniatura e trovarti avvolta dalle emozioni dell'avventura nella versione più autentica del termine. Il tempo di leggere le prime pagine del tuo libro e il mondo che stai accarezzando dall'alto diventa un tappeto dalla palette sfuggente, dal rosa al mattone. Lo sguardo fisso sulle nuvole e i canyons. Di Flagstaff, dove scendono due compagni del breve viaggio, ricorderai per sempre la bandiera americana che danza a mezz'asta con il vento rovente. Quando arriva, il Colorado River ti rapisce con la sua lucentezza smeraldo e le zolle di terra scolpite per ospitarlo. Miraggio vivo nella materia. Luce colorata tra la polvere. Gradatamente la meraviglia riceve contorni più nitidi. Il Lake Powell, lago artificiale formatosi come inattesa, provvidenziale conseguenza della diga, che si palesa come l'ultimo dei fuochi d'artificio. Più scenografico degli altri, nato per stupire. Abbastanza lontano per essere preso nel suo intero, abbastanza vicino per percepirne le sfumature cromatiche in prossimità delle sponde e la figura grafica degli sciatori sull'acqua. Il tuo Arizona comincia dal cielo. Atterri a Page, al centro della scena di un anfiteatro di montagne rosa. Il Glen Canyon, le Navajo Mountains, i Vermilion Cliffs. Nata negli anni Cinquanta, in occasione della costruzione della Glen Canyon Dam, Page è una tappa strategica per la visita del Parco nazionale del Grand Canyon, per fare escursioni lungo il Colorado River e il Lake Powell. Raggiungi lo Shash Diné, glamping autentico e spartano nel mezzo di una prateria della Navajo Nation, percorrendo strade dritte come righelli, che dall'alto avevi intuito tra le rocce. Oppure ti concedi una notte in “paradiso” all’Amangiri, resort minimalista dalla bellezza fuori dall’ordinario. I rossi, che avevi fatto tuoi dall'alto, dominano la scena a metà con i celesti del cielo, fino al tramonto, quando il falò sarà acceso e i colori caldi vinceranno sui freddi, rendendo lo spettacolo un'opera d'arte viva. L'indomani ti aspetta lo stupore dell'Horseshoe Bend e dell'Antelope Canyon. E tanta meraviglia ancora.

 

 

Foto e parole Laura Taccari

Grazie a Page Lake Powell Tourism