"California"

Izakaya Rintaro

Izakaya Rintaro

San Francisco, USA

Chi è stato in Giappone sa bene come una trattoria tipica, lo chef e i vapori della sua cucina, l’allegria pacata che si consumano dentro possano mimetizzarsi perfettamente e sparire dietro a un numero civico. 82 14th Street sembrerà deserto, poi varcherete il piccolo cortile di canne di bambu, carpe di carta colorata al vento, filari di lampadine accese e sarete nella più perfetta izakaya giapponese con le alcove di legno di cedro centenario e gli yakitori che sfrigolano sul carbone. Forse più di ogni singola ceramica di portata, più delle piccole porzioni di “cibo della casa”, più del servizio delicato e sapiente, saranno l’atmosfera e la musica giusta le cult things di questo gioiello del Mission District, San Francisco.

Cotogna

Cotogna

San Francisco, USA

Chiediamo sempre di sedere al bancone di marmo, davanti alla brace e al forno per pizza italiano, davanti al più giovane chef, addetto ai lievitati, che spennella con il burro fuso lucido la lunga striscia di focaccia della casa sul lungo tagliere di legno. Noi la accompagniamo alla morbida ricotta della casa, cotta al forno nella sua ghisa in una grande foglia di fico, servita con miele setoso. Uno dei “piatti forti” della cucina rustica italiana di Chef Michael Tusk (2 stelle Michelin per Quince, il ristorante elegante della porta accanto) è il tortellone fatto a mano (ripieno di ricotta e tuorlo d’uovo cremoso) al burro fuso, Parmigiano e pepe abbondanti. Fuochi d’artificio salati per due italiani che, negli Stati Uniti d’America, prenotano a un ristorante italiano solo in California.

Four Barrel Coffee

Four Barrel Coffee

San Francisco, USA

Finito il vostro pellegrinaggio mattutino verso ogni singolo tempio del caffè di San Francisco, là dove giovani belli e tatuati macinano e tostano chicchi quotidianamente, smistano carrelli colmi di pacchi di miscele della casa verso i migliori ristoranti della città, là dove si discute delle note aromatiche di lillà, pesca, melone d’inverno di ogni monorigine di Etiopia, Colombia, Brasile e si degustano alte mug bollenti a colazione con il giornale (digitale) del mattino, allora tornerete ogni giorno al Four Barrel, lungo Valencia Street, perchè sono onesti e sexy. Siete a pochi isolati da Tartine Bakery, ma il vostro rito ormai è il drip coffee dello Slow Bar e il bun dolce allo zenzero e caramello da spezzare con le mani…

Café Gratitude

Café Gratitude

Los Angeles, USA

Chiunque faccia di un’alimentazione vegetariana organica, sana e “fancy”, uno stile di vita, una passione, uno studio, passando da LA, non dovrebbe mancare di sedersi su una delle panche di Café Gratitude (su Larchmont Boulevard e Rose Avenue, a Venice). Inutili consigli del menù, qualsiasi scelta otterrà la vostra autentica gratitudine.

Norms

Norms

Los Angeles, USA

Prima o poi anche voi scoprirete (o vivrete di nuovo) Los Angeles. Tra le tante meraviglie della città, vi suggeriamo di consumare un pasto dal capostipite della catena di diner Norms. Architettura e design degli anni Cinquanta, con molti elementi ancora originali, la scritta al neon che svetta verso il cielo di La Cienega Boulevard, i bicchieri pastello, il menù old-style, gli americani veraci che lo popolano. Sarà come fare un viaggio dentro un’America scomparsa. Dal 1949, aperto 24/7.

Superba Food + Bread

Superba Food + Bread

Los Angeles, USA

Non te lo immagini in mezzo a un parcheggio di Lincoln Avenue (Venice Beach), un diner così. Arioso, fresco, grafico. Avant-garde. Metallo verde bosco e off-white, marmo bianco, legno chiaro. Design minimal colorato con tocchi folk (blanket Navajo, fiori di campo freschi, sedute in denim). Cucina californiana contemporanea. Poco lontano, su Rose Avenue, il primo Superba Snack Bar, aperto solo a cena e per il brunch nel weekend.

Cecconi’s

Cecconi’s

Los Angeles, USA

Non siamo da ristoranti “glam” e non lo saremo mai. Cecconi’s rientra a pieno nella categoria, dunque è l’eccezione che conferma la regola. Vivace, fresco, sofisticato, curato, nel design come nelle pietanze. Parola di una foodie italiana dai gusti difficili.

Joan’s on Third

Joan’s on Third

Los Angeles, USA

Per gli habituè del quartiere, Joan’s è un’istituzione. Un gastro-café di sostanza, un alimentare high-end, una pasticceria mignon e romantica. Sarà arduo per voi, come lo è stato per noi, scegliere tra i sandwich inediti, i french toast friabili e le generose salads dai mille gusti.

Neptune’s Net

Neptune’s Net

Los Angeles, USA

Neptune’s Net non è un ristorante, non è un diner, non è un fast-food. Neptune’s Net è un ritrovo, un’istituzione, un pezzo di storia, per la gente del posto, per i surfisti, per gli harleysti in viaggio e per chi a Malibu ha lasciato il cuore. Un capanno di legno sul tratto di PCH di Ventura. La prima spiaggia di Ventura e il suo andirivieni di onde e di tavole è dall’altro lato della strada. Ordinate crostacei bolliti (gamberi, granchi, aragoste), conditi solo con sale e limone, pannocchie al burro, un cartoccio di fish & chips, dopo aver fatto un bagno nelle acque gelide al tramonto. Ricordi di West-Coast, di estate californiana, di oceano.

Cafe Midi

Cafe Midi

Los Angeles, USA

L’estetica nostalgica della Southern California di una volta, con i suoi colori primari caldi, le fantasie floreali, l’indole rilassata, le portate generose e saporite. Un poco di Messico e tanto di Hawaii. Cafe Midi, sul segmento di La Brea più hip, è tutto questo. Noi abbiamo scelto i Crab Cake, croccanti polpette di granchio accompagnate da una salsa pacatamente spicy.

Forage

Forage

Los Angeles, USA

Partiamo dalla fine, con un meritato applauso per questo piccolo diner moderno dove la cucina organica contemporanea trova una dimensione generosa, delicata, ispirante. In una parola, sexy. Qualora fossero tra le proposte del giorno, non perdete i Salmon Belly Tacos, con jalapeno e tortillas di mais. Nella hip, e ancora genuina, Silver Lake.

Ace Hotel Downtown LA

Ace Hotel Downtown LA

Los Angeles, USA

Il giorno in cui istituiremo i Meraviglia Paper Awards, gli Ace Hotel si distingueranno senz’altro in varie categorie. Best Hotel Chain e Best Atmosphere, Best Merchandising. Ma non finisce qui. L’Ace Downton LA svetterà nella classifica Best Waffle, Best Wall Decoration, Best Iced Cappuccino, Best Hall. Ambientato nello storico UA Theater di Downtown (costruito nel 1927), gratifica ogni nostra passione e conferma la stima di un brand tra i più evoluti e ispiranti del pianeta, per noi.

Onde

Onde

Los Angeles, USA

A Malibu governano le onde. Te ne accorgi subito. Il loro ritmo contagia ogni movimento, ha il potere di un mantra. Appoggi il telo sul tappeto di sabbia calda, fine e compatta, ti siedi e fai tuo l’oceano che si arriccia fino a sciogliersi sulla riva. A ripetizione, senza noia, né stanchezza. E con cambi di umore repentini. Poco dopo il tuo respiro non è più lo stesso, è accordato con quello delle onde. Così le corse dei bambini tra gli schizzi, così i gabbiani in volo e i delfini le cui pinne compaiono e scompaiono in primo piano sul primo orizzonte. È un movimento ipnotico che non lascia scampo a nessun gesto. A volte, una canzone da una radio vicina ti riporta a casa, ma solo per poco…

The Hart and the Hunter

The Hart and the Hunter

Los Angeles, USA

Entrare in un luogo per la prima volta e sentirsi a casa. The Hart and the Hunter, ai piedi del Palihotel di Melrose Avenue, ci fa ricordare quanto amiamo l’America e quanto ci sentiamo appagati tra i suoi vasti confini. Due stanze dal design e dall’atmosfera old-fashion, i dettagli graziosi, i colori pieni attutiti, il personale dai dolci sorrisi. Un’oasi ispirante dove trovare ristoro durante un’avventura di scouting a West Hollywood.

Son of a Gun

Son of a Gun

Los Angeles, USA

Il celeste carta da zucchero che sogni da tempo per la tua cucina tappezzato di chincaglierie old-school. Sun of the Gun è uno di quei ristoranti che restano nel cuore. Suggeriamo di ordinare il Lobster Roll: paffuta torre di pan brioche appena tostato dove si appoggia una quenelle di aragosta e chips. Indimenticabile. E quel mini parallelepipedo di bontà che chiamano Shrimp Toast Sandwich, grazie al quale abbiamo scoperto il sapore voluttuoso della Sriracha Mayo.

2 of 4
1234