"Francia"

Totem Flaine

Totem Flaine

Flaine, France

Questa storia non inizia un venerdì di metà gennaio in cui raccogliamo i nostri indumenti da montagna, scarponcini, mappe, due vecchi numeri di Meridiani e una guida, nello spazio della nostra sacca tartan. Inizia il giorno in cui Éric Boissonnas, imprenditore visionario e Gérard Chervaz, architetto, scoprirono uno scampolo di pianura protetto dalle pareti immacolate del Grand Massif, in Alta Savoia. Grazie a quel colpo di fulmine e al progetto urbano che Éric e sua moglie Sylvie, appassionati di arte e musica, realizzarono negli anni a seguire con l’architetto Marcel Breuer, oggi asseconderemo a passo d’uomo i capricci della D106 innevata, entreremo dolcemente a Flaine, lasceremo i bagagli nella reception del Totem, unico hotel del villaggio…

Hotel des Colonnes

Hotel des Colonnes

Riez, France

Il mio sabato nel villaggio di Riez comincia nel cortile dell’Hotel Des Colonnes. Un aperitivo in giardino con amici francesi appena incontrati. sotto uno scampolo di cielo blue kleine e stelle. L’erba folta, Il limone, la Pierre de Ronsard. L’atmosfera nostalgica, leggera, poetica, eccentrica della Provenza nella sua versione bohémienne è l’anima di questa casa costruita alla fine del diciassettesimo secolo e che riflette la personalità della proprietaria Geraldine. Opere d’artista, arredi vintage, tappeti multicolore, ricordi, libri. Ogni stanza è un cabinet de curiositès, che diventa bazar nello spazio affacciato sulla strada. La colazione è un buongiorno francese da condividere con tutti gli ospiti. Il Lac de Sante Croix, Grasse o la più lontana Arles? Si decidono le escursioni della giornata tutti insieme, indugiando in giardino dentro un piccolo cosmo perfetto, che non è facile abbandonare.

Café du Midi

Café du Midi

Provence-Alpes-Côte d'Azur, France

Per gli habitué, i turisti ben informati e i fortunati che lo scelgono per caso, la meta, dopo una mattina di giugno al Lac de Sainte-Croix, è uno dei tavolini all’aperto delCafè du Midi. Dal menù scritto sulla lavagna scegliamo Peperone con crema chèvre e avocado, bouillabaisse di pollo, Tarte tatin con gelato alla vaniglia. Delizia nei sapori e nel servizio, vista lago.

MAISON COLLONGUE

MAISON COLLONGUE

Provence-Alpes-Côte d'Azur, France

Guillaume si trasferí a Parigi per studiare architettura, inizió a lavorare come graphic-designer e interruppe gli studi, ma promise a se stesso di realizzare almeno una volta nella vita un progetto di architettura. Maison Collongue è la realizzazione di questo compito. Un portone pastello aperto su un cortile dove comandano il bianco, il grigio pallido, il verde prato e la grazia innata di tutto ciò che nasce francese. Guillaume salta i convenevoli e ti conduce nel living dove è da poco cominciata una réunion de famille. Passiamo accanto a una una poltrona blu notte, a una serie di opere di Damien Hirst, a una cucina cemento e acciaio…

La Maison d’Ulysse

La Maison d’Ulysse

Languedoc-Roussillon, France

Per Guy ricevere gli ospiti e mostrare loro La Maison d’Ulysse è un rito. Comincia sempre dal Giardino Nord, magnifico esempio di jardin sec, ma sarà Gauthier, il botanico di casa, a raccontarci la sua storia. Qui abbiamo dovuto abbattere il tetto, non era recuperabile, oggi la stanza è diventata il cortile dove serviamo la colazione. Il Giardino Sud è volutamente selvaggio, questi sono i gelsi nelle cui foglie arrotolavano i bachi per la seta. Laggiù c’è l’orto e lì si gioca alla petanque. Alcuni ospiti nuotano in piscina, una coppia sorseggia vin rosé sul tavolo di design italiano. Scie dolci di gelsomino, speziate di curry, pungenti di timo e rosmarino. Ogni angolo ha il proprio profumo e ognuno di noi scoprirà l’angolo preferito. L’indomani Gauthier, con lo stesso amore, ci racconterà delle piante che abitano il suo jardin sec -Vanno educate- come i bambini- e ci preparerà la prima colazione. Formaggi locali di capra e pecora -Le mucche non le abbiamo da queste parti- marmellate fatte in casa (di fico, di pera e cannella), baguette, croissant e gli squisiti waffles belgi, nella loro versione light, la preferita di Gauthier…

La Maison du Ruspu

La Maison du Ruspu

Corsica, France

State guidando tranquillamente e poi il piccolo segnale, U Ruspu, e vi buttate in un off-road dentro a un bosco wild. Verso una casetta sola, di un tenero azzurro pastello, le lenzuola bianche sul filo al vento, le rose antiche pallide e curate. Siete Chez Jean-Claude Girard, come direbbero a Parigi. Lui è un amabile signore che ha avuto la fortuna (la fortuna, lo ripete due volte) di abbandonare per problemi di cuore la caotica capitale francese per questo non-luogo della Corsica del Sud. La Plage de Cupabia, incantata, è distante il tempo di una gita fuori porta. Quel tenero azzurro pastello è la palette di ogni cosa nella cucina della maison. Il profumo di pain d’epices che si raffredda per la colazione di domani e diventa migliore. I cedri in un cesto, le conserve della casa sulla mensola del camino. La radio accesa lancia in francese un pezzo di Battisti. Monsier Girard siederà sempre con noi al tavolo e ci parlerà senza fretta. Dice che quest’isola non si misura a distanze, a tempi da un punto all’altro, quest’isola non va presa di fretta, come questa vita. La piccola maison d’hotes sembra sospesa nel tempo che ci vuole per affezionarsi a un luogo pacifico e gentile.

Lodge Park

Lodge Park

Megève, France

Il Beef Lodge potrebbe essere il bistrot da non mancare a Milano, una steak house contemporanea, con lucide piastrelle mattone della cucina a vista, il taglio perfetto di filetto di bœuf de Simmental, il bricco del purè più cremoso del mondo. La piscina esterna assomiglia all’angolo più serafico e desiderabile di una villa provenzale, con il muro di cipressi verdi, le ortensie, le sdraio e i teli color lavanda tenue, la vasca elegante e l’acqua azzurro cielo. Le pareti imbottite tartan, le corna di cervo, i cimeli di caccia, il cuoio bordeaux degli interni, selvaggi e sofisticati insieme, fanno eco a storie di sport e hobby d’altri uomini e d’altri tempi. Ma siamo in Alta Savoia, nel centro del villaggio di Megève, dove dormono le celebrities, ma soprattutto dove si trovano anche Les Fermes de Marie e il suo Alpage.

Le Môle Passédat

Le Môle Passédat

Marseille, France

I quais e il porto vecchio, l’ultimo piano di un museo contemporaneo, in una Marsiglia nuova che sembra una Parigi del futuro bagnata dal Mar Mediterraneo, sono l’ambientazione di una cucina e di un luogo sorprendente. Le Môle raccoglie attorno a un tavolo semplice come uno schema (un tagliere con una pagnotta di pain paillasse, un lino bianco e un coltello con lama d’acciaio) tutti i paesi del Mediterraneo. Il buffet freddo e il buffet di dolci de La Cuisine sono una vetrina di piccole meraviglie che non si vorrebbe scomporre. Al palato arrivano il polpo fresco spadellato del sud, la menta e il prezzemolo del taboulè di quinoa freddo libanese, le foglie di vite farcite di riso e agnello à l’Arménienne, meringa e crema al limone della Provenza, tarte au chocolat francesissima. La chiamano restauration “casual”…

Domaine de la Baume

Domaine de la Baume

Provence, France

Il racconto della Creazione noi lo ambienteremmo in questa tenuta nell’Haut Var, con una Eva che si sveglia francese nella chambre Rita dalle tappezzerie floreali intense e indugia a letto osservando il grande ciliegio della sua finestra mosso dal vento. L’ocra, caldo del sud della Francia, della facciata di questa dimora di campagna è stato il leit motif delle tele di Bernard Buffet negli anni della sua residenza qui. “Le rêve sera plus long que la nuit” intitolava un romanzo la moglie del pittore espressionista. Per noi il sogno continua a colazione, nei saloni dalle tinte piene femminili, nel giardino alla francese impeccable, nella piscina elegante sorvegliata da altezzosi leoni di marmo…

Le Sciozier Chez Therese

Le Sciozier Chez Therese

Val d'Arly Mont Blanc, France

Vi porteremmo tutti qui per festeggiare. Una ferme d’alpage affacciata sul Monte Bianco, accessibile in auto, a piedi o in elicottero. Per entrarci dovrete rimpicciolirvi, come Alice nel Paese delle Meraviglie, e scoprire le due piccole sale brune e profumate di legno, decorate con autentici souvenir di montagna. Le tavolate lunghe e i piccoli tavoli da due divinamente apparecchiati, in attesa che la brace sia calda e i commensali tutti a tavola. La terrazza è aperta in estate per il pranzo. Il barbecue è acceso ogni giorno. A Flumet, nella bella Val d’Arly, nel cuore delle Alpi.

Architect’s Villa

Architect’s Villa

Corsica, France

I fortunati ospiti di Architect’s Villa risvegliano i propri sensi dentro un’opera d’arte di natura viva, allestiscono colazioni (francesi, biologiche, vegane, golose, assecondando i propri gusti o l’umore della giornata) sul grande tavolo di legno del patio, scendono cinque scalini e stendono la propria spugna a bordo piscina, attendendo che il sole intenso renda tiepida l’acqua, chiudono gli occhi dentro un vento tiepido intriso di maquis e voci di uccelli in concerto tra i rami. Nel pomeriggio dedicano il tempo a una gita (a Murato, Oletta, Saint-Florence, in una spiaggia isolata, assecondando i propri gusti o l’umore della giornata). Il tempo di una passeggiata al porto, di una preghiera in una chiesa magica, di un vino fermo di Patrimonio…

La Plage Casadelmar

La Plage Casadelmar

Corsica, France

Alla fine di un golfo, propriamente chiamato Golfo di Sogno, troverete La Plage Casadelmar. Le stanze sono ville diffuse nel maquis intenso e respirano gli spazi bassi e aperti di un giardino privato mediterraneo, appena indietreggiato rispetto al mare per proteggersi dai venti. I materiali arrivano all’occhio con le diverse proprietà delle loro superfici: pietra al vivo, resina lucente, marmo pregiato, vetro sottile, cotone fresco, spugna ricca, paglia leggera al vento, sabbia morbida, roccia pungente colore amaranto. Bergamotto, gelsomino e un pizzico di legno di cedro sono le note di prustiana memoria di questo luogo pacifico e colmo di stile.

Cristalli di isola

Cristalli di isola

Corsica, France

Un destino di primavera ci ha portato in Corsica. Un’isola di cui custodivo ricordi sfocati di bambina. Quell’estate in barca a vela, la traversata burrascosa attraverso le Bocche di Bonifacio, la scoperta di un regno di celesti e verdi particolarmente intensi e quel tocco francese esotico. I croissant leggermente salati presi a morsi, ancora caldi, a prua, mentre i porti diventavano miniature. Deve essere partito da qui il mio amore per il Marais, Saint-Germain, la Provence, la Haute-Savoie?…

Se avete voglia di magia, leggete questa storia

Se avete voglia di magia, leggete questa storia

Corsica, France

Siamo di fronte alla facciata di una Chiesa medievale incorniciata da due corpi di eucalipti giganti. La carezza audace di un libeccio rovente da Sud sposta i loro rami lascivi e le nostre gonne. Cos’è questo profumo? Per me menta. Secondo me è un insieme di frutti. Suoniamo il campanello accanto al cancello di ferro corvino. Nessuno risponde. Aspettiamo, scattiamo foto alla chiesa, ai giganti. Mettiti sulla porta, sorridi. Sei bella. Sbirciamo sul retro e incontriamo un giardino tra muraccioli di pietra. Siamo sole con gli uccelli e gli eucalipti al tramonto. In attesa, dentro la scena sospesa di un film. Suoniamo ancora. Per le cose belle non bisogna avere fretta diceva mia nonna…

Maison Battisti

Maison Battisti

Corsica, France

Marie-Pierre e Michel amano i nostri stessi film, amano frequentare ogni anno il Festival del Cinema di Bastia, ricevere ospiti nella loro casa di famiglia e cucinare per loro ricette francesi autentiche e, a volte, sperimentarne di nuove. Amano il suono dell’italiano e noi amiamo la sensualità del francese. Dopo i primi sorrisi decidiamo di parlare nelle nostre rispettive lingue per deliziarci a vicenda. È il primo sintomo che staremo bene insieme. Siamo in un palazzo di Conchiglio, un paese che molti cartografi hanno deciso, sbagliando, di omettere dalla cartina…

1 of 4
1234