"Los Angeles"

Woodspoon

Woodspoon

Los Angeles, USA

Downtown LA è il nostro meraviglioso compromesso per stare a metà strada tra l’Art’s District e Silver Lake, che è dove ci piace muoverci a Los Angeles. La cosa geniale è che ogni anno che ci torniamo, troviamo una manciata di posti nuovi che sono esattamente i locali dove scendere a piedi per cena la sera, dopo la doccia, quando rimettersi alla guida dell’auto è l’ultima cosa che faremmo. Che è anche come dire: sentirsi una giovane coppia del quartiere. Woodspoon ce l’ha suggerito l’amico Carl, dopo che uno dei nostri ristoranti preferiti ha chiuso a Little Tokyo.

Manuela

Manuela

Los Angeles, USA

L’L.A. Art’s District forse esiste come quartiere da quando Hauser & Wirth, una sofisticata galleria d’arte contemporanea grande come un museo o due, ha aperto in 901 East 3rd Street. Manuela è arrivato un anno dopo come perfetto rendez-vous, “Le sensibilità rurali di Whitsell hanno preso posto nello spazio più urbano della West Coast” (Jonathan Gold, Los Angeles Times). Chef Wes Whitsell viene dal Sud, precisamente dal Texas, con una borsa piena di verbi adatti a un piccolo pasto del futuro: in-house smoking, fermenting, preserving, pickling. Ci sono una chicken house dove vivono dodici galline di razza rara e un planting garden dove crescono gli ortaggi della casa e questo dentro alle mura di un ambizioso contenitore d’arte. C’è un Paul McCarthy alle spalle del nostro tavolo. S’intitola “You Ain’t Done Yet” la carta dei dolci. Finiremo in cortile con grandi cucchiai di ottone affondati nel gelato al miele e alle fragole arrostite, a un tavolino da due con ampie sedie mid-century dai braccioli di legno e dai cuscini di velluto cipria. E come accade nei progetti più saggi, una cosa tira l’altra, il ristorante invita a perdere tempo nell’artbook e nelle sale espositive e viceversa.

Bread Lounge

Bread Lounge

Los Angeles, USA

É il forno di fiducia di Downtown Art’s District, potreste mancarlo al primo colpo, nascosto all’incrocio più di passaggio e più trafficato di South Santa Fe Avenue. O meglio, dovrete andarci apposta. Per i Balkan Borek, triangoli di sfoglia, ricoperti di sesamo e bruciacchiati il giusto, friabilissimi, farciti di feta, spinaci e cipolle. Per il Challah, il pane ebraico a treccia del venerdì, per i grissinoni con olive kalamata e za’atar, miscela di erbe, maggiorana, origano e timo. Delizie artigianali medio-orientali e baguette realizzate alla perfezione, da fare la fila il sabato mattina tra giovani uomini e donne degli studios del quartiere.

Sqirl

Sqirl

Los Angeles, USA

La colazione salata prevede un piatto fondo di riso (Kokuko Rose Brown Rice) al pesto di acetosella, nella versione più dolce al vapore con limone Meyer candito, uovo pochè, feta di pecora e radici, oppure in quella più decisa al salto con scalogno, menta, coriandolo, cetriolo, zenzero, salsiccia della casa e uovo all’occhio di bue. La colazione dolce è un Brioche Toast esagerato, spesso e bruno, con abbondante ricotta fatta in casa e straripante confettura di stagione. Sqirl serve colazioni salate e dolci fino alle 4pm, ma a quell’ora ci sarà ancora una discreta fila. Nascosto dietro a un Pink Trumpet Tree in fiore, al limitare del quartiere Silver Lake, il nostro preferito a L.A. Please Share.

Café Gratitude

Café Gratitude

Los Angeles, USA

Chiunque faccia di un’alimentazione vegetariana organica, sana e “fancy”, uno stile di vita, una passione, uno studio, passando da LA, non dovrebbe mancare di sedersi su una delle panche di Café Gratitude (su Larchmont Boulevard e Rose Avenue, a Venice). Inutili consigli del menù, qualsiasi scelta otterrà la vostra autentica gratitudine.

Norms

Norms

Los Angeles, USA

Prima o poi anche voi scoprirete (o vivrete di nuovo) Los Angeles. Tra le tante meraviglie della città, vi suggeriamo di consumare un pasto dal capostipite della catena di diner Norms. Architettura e design degli anni Cinquanta, con molti elementi ancora originali, la scritta al neon che svetta verso il cielo di La Cienega Boulevard, i bicchieri pastello, il menù old-style, gli americani veraci che lo popolano. Sarà come fare un viaggio dentro un’America scomparsa. Dal 1949, aperto 24/7.

Superba Food + Bread

Superba Food + Bread

Los Angeles, USA

Non te lo immagini in mezzo a un parcheggio di Lincoln Avenue (Venice Beach), un diner così. Arioso, fresco, grafico. Avant-garde. Metallo verde bosco e off-white, marmo bianco, legno chiaro. Design minimal colorato con tocchi folk (blanket Navajo, fiori di campo freschi, sedute in denim). Cucina californiana contemporanea. Poco lontano, su Rose Avenue, il primo Superba Snack Bar, aperto solo a cena e per il brunch nel weekend.

Cecconi’s

Cecconi’s

Los Angeles, USA

Non siamo da ristoranti “glam” e non lo saremo mai. Cecconi’s rientra a pieno nella categoria, dunque è l’eccezione che conferma la regola. Vivace, fresco, sofisticato, curato, nel design come nelle pietanze. Parola di una foodie italiana dai gusti difficili.

Joan’s on Third

Joan’s on Third

Los Angeles, USA

Per gli habituè del quartiere, Joan’s è un’istituzione. Un gastro-café di sostanza, un alimentare high-end, una pasticceria mignon e romantica. Sarà arduo per voi, come lo è stato per noi, scegliere tra i sandwich inediti, i french toast friabili e le generose salads dai mille gusti.

Neptune’s Net

Neptune’s Net

Los Angeles, USA

Neptune’s Net non è un ristorante, non è un diner, non è un fast-food. Neptune’s Net è un ritrovo, un’istituzione, un pezzo di storia, per la gente del posto, per i surfisti, per gli harleysti in viaggio e per chi a Malibu ha lasciato il cuore. Un capanno di legno sul tratto di PCH di Ventura. La prima spiaggia di Ventura e il suo andirivieni di onde e di tavole è dall’altro lato della strada. Ordinate crostacei bolliti (gamberi, granchi, aragoste), conditi solo con sale e limone, pannocchie al burro, un cartoccio di fish & chips, dopo aver fatto un bagno nelle acque gelide al tramonto. Ricordi di West-Coast, di estate californiana, di oceano.

Cafe Midi

Cafe Midi

Los Angeles, USA

L’estetica nostalgica della Southern California di una volta, con i suoi colori primari caldi, le fantasie floreali, l’indole rilassata, le portate generose e saporite. Un poco di Messico e tanto di Hawaii. Cafe Midi, sul segmento di La Brea più hip, è tutto questo. Noi abbiamo scelto i Crab Cake, croccanti polpette di granchio accompagnate da una salsa pacatamente spicy.

Forage

Forage

Los Angeles, USA

Partiamo dalla fine, con un meritato applauso per questo piccolo diner moderno dove la cucina organica contemporanea trova una dimensione generosa, delicata, ispirante. In una parola, sexy. Qualora fossero tra le proposte del giorno, non perdete i Salmon Belly Tacos, con jalapeno e tortillas di mais. Nella hip, e ancora genuina, Silver Lake.

Ace Hotel Downtown LA

Ace Hotel Downtown LA

Los Angeles, USA

Il giorno in cui istituiremo i Meraviglia Paper Awards, gli Ace Hotel si distingueranno senz’altro in varie categorie. Best Hotel Chain e Best Atmosphere, Best Merchandising. Ma non finisce qui. L’Ace Downton LA svetterà nella classifica Best Waffle, Best Wall Decoration, Best Iced Cappuccino, Best Hall. Ambientato nello storico UA Theater di Downtown (costruito nel 1927), gratifica ogni nostra passione e conferma la stima di un brand tra i più evoluti e ispiranti del pianeta, per noi.

Onde

Onde

Los Angeles, USA

A Malibu governano le onde. Te ne accorgi subito. Il loro ritmo contagia ogni movimento, ha il potere di un mantra. Appoggi il telo sul tappeto di sabbia calda, fine e compatta, ti siedi e fai tuo l’oceano che si arriccia fino a sciogliersi sulla riva. A ripetizione, senza noia, né stanchezza. E con cambi di umore repentini. Poco dopo il tuo respiro non è più lo stesso, è accordato con quello delle onde. Così le corse dei bambini tra gli schizzi, così i gabbiani in volo e i delfini le cui pinne compaiono e scompaiono in primo piano sul primo orizzonte. È un movimento ipnotico che non lascia scampo a nessun gesto. A volte, una canzone da una radio vicina ti riporta a casa, ma solo per poco…

The Hart and the Hunter

The Hart and the Hunter

Los Angeles, USA

Entrare in un luogo per la prima volta e sentirsi a casa. The Hart and the Hunter, ai piedi del Palihotel di Melrose Avenue, ci fa ricordare quanto amiamo l’America e quanto ci sentiamo appagati tra i suoi vasti confini. Due stanze dal design e dall’atmosfera old-fashion, i dettagli graziosi, i colori pieni attutiti, il personale dai dolci sorrisi. Un’oasi ispirante dove trovare ristoro durante un’avventura di scouting a West Hollywood.

1 of 2
12