"Portogallo"

Casa da Dinà

Casa da Dinà

Odemira, Portugal

Dopo essere scesa nel pollaio a prendere le uova fresche, Dinà si mette ai fornelli per preparare tarte di fragole che i suoi ospiti gusteranno ancora tiepide, cestini di pane e croissant, spremute saporite, macedonie di stagione e caffè nella moka. Intanto Philippe serve ogni portata con l’eleganza innata di un uomo d’altri tempi. Poche stanze arredate con l’essenziale e raro buon gusto. Letto, scrittoio, lume, panca, plaid, vaso di fiori freschi. E una tela dell’artista di casa. Non lasciate Casa da Dinà prima di aver visitato l’atelier di Philippe e senza aver preso un po’ di vita dei suoi racconti.

Pap’Açorda

Pap’Açorda

Lisbon, Portugal

Lasciarsi alle spalle il caos del mercato coperto di Placa da Ribeira, salire al primo piano, sedersi in uno dei tavoli illuminati dall’ultima luce della sera lisboneta. Per una volta non aprire il menù per lasciarci consigliare da chi ci dà il benvenuto con ciotole di olive, frittelle, pane sapido, olio e sorrisi. Pap’Açorda è la seconda vita di uno storico ristorante del Barrio Alto. Lasciare uno spazio per la mousse di cioccolato (cit.).

The Independente Suites and Terrace

The Independente Suites and Terrace

Lisbon, Portugal

Da qualunque luogo arrivi, una sorta di affinità elettiva è il primo dono che Lisbona mi fa. Anche oggi che appoggio la valigia di fronte alla folla di turisti che affollano il Jardim de S. Pedro de Alcantara, che registro il mio nome in un ingresso rosso lacca, che salgo al secondo piano dentro uno scrigno toile de joy (il più antico ascensore della città). Interni aristocratici e atmosfera delabré di una suite dove, in un’altra epoca e in un’altra vita, mi sarei forse fermata per cominciare a scrivere la mia storia.

São Lourenço do Barrocal

São Lourenço do Barrocal

Monsaraz, Portugal

Ranch di muri bianchi, campi dorati e ricordi in bianco e nero, dove le generazioni di una famiglia si susseguono da due secoli. Dove i vecchi arnesi e le scatole di lettere ingiallite sono promossi a decori. Dove la mattina il caffè (appena tostato) viene servito bollente dentro ampolle di vetro e ferro, dove le ceramiche sono fatte a mano e dipinte di un azzurro perfetto, dove il piccolo bazar è paragonabile ai nostri concept store parigini preferiti…

Pensão Agrícola

Pensão Agrícola

Tavira, Portugal

Del nostro soggiorno a Pensão Agrícola. ricordiamo ogni cosa. La geometria innanzitutto. Quella asciutta e seducente delle case di Olhão, i muri candidi e il loro congiungersi dentro angoli perfetti. Il profumo di granola appena sfornata e stesa sulla teglia a raffreddare lentamente. Maria, elegantissima, nella sua veste grigio pallido, che ci porge una centrifuga di melone nella calura dell’estate di Tavira (e quel tovagliolo di cotone corposo con la timida frangia sul bordo)…

Uva do Monte – Blueberry Farm

Uva do Monte – Blueberry Farm

Melides, Portugal

Le nostre giornate andavano più o meno così. Le sveglie in una scatola rosa pastello, muovevamo pochi passi dentro l’aria ancora tiepida fino al patio ancora deserto. Gli ultimi ricami di fumo del falò che la notte non aveva ancora spento e i primi incontri con gli ospiti mattinieri quanto noi…

Traveler’s Picks

Traveler’s Picks

by João Rodrigues & Andreia Revez

Vi ricordate i pen pal? Quegli amici di penna con i quali capitava nascessero simpatie immediate. João e Andreia ci hanno attirati a loro con le loro residenze poetiche, frutti naturali di ingegno, maestria, amore per i luoghi, sintonia con la natura. Teniamo molte “corrispondenze epistolari”, a volte sono sintonie delicate a distanza, come con João e Andreia…

Traveler’s Picks

Traveler’s Picks

by Patricia Sousa and Emanuel de Sousa

Patricia (1975) e Emanuel (1980) sono due fratelli dalla creatività poliedrica che hanno dato vita a ROSA ET AL Townhouse by Bed and Brunch Collection a Porto, Portogallo nel 2012.

Lisbon Story

Lisbon Story

Lisbon, Portugal

Lisbona è una storia di chiese bianche, scalini ripidi, piastrelle colorate sbeccate, giardini tropicali, frutti tropicali, profumo di crema e cannella, terrazze sul Tago, generose porzioni di bacalhau con cipolle e patate, gente delicata, luce, piccoli tram gialli, taxisti spericolati, rintocco di campane, limonata della casa, odore di bucato…

BAIXA HOUSE

BAIXA HOUSE

Lisbon, Portugal

Dall’aeroporto vi condurranno in breve tempo nella Baixa, la “città bassa” di Lisbona, suonerete a un lucido portone verde scuro. Lungo le vie ortogonali del quartiere cappellifici anni ’50, pastelerie (pasticcerie), piccoli tram gialli che sferragliano, brezza dell’Oceano, il rintocco delle campane della Cattedrale. Lanciando lo sguardo su, abbraccerete tutta l’altezza di questa dimora del XVIII secolo, rivestita di azulejos blu. L’androne è fresco e la scalinata di legno morbida sale a spirale per cinque piani, sostando su ampi ballatoi tinti di bianco e di vetrate policrome. Il nostro appartamento, il 4B-Campo Grande, è invaso dalla luce del giorno ed è bianco di un candore totale, riscaldato dal legno chiaro a terra e reso vivace ed estivo da punte di colori primari di lampade industriali, fiori freschi, trame folk di cuscini e tappeti artigianali, ceramiche da tavola. L’appartamento sovrasta i tetti fatiscenti del quartiere e scorge il blu del cielo di Lisbona…

Villa Extramuros

Villa Extramuros

Arraiolos, Portugal

Amerete Villa Extramuros, un bianco cubo magico, posato nella verde campagna di Arraiolos: François e Jean-Christophe hanno scelto una grande terra di ulivi, arance, greggi di pecore al pascolo, fiori di campo spontanei e lì hanno costruito una stupefacente villa contemporanea, dove spazi e luce giocano con i materiali locali (marmo, sughero, calce bianca), con i tradizionali colorati tappeti (i mantas alentejanas di Mizette a Monsaraz), con gli scorci sul castello medievale e sull’infinity pool, con la fantasia e il calore di dettagli e arredi di una moderna casa parigina piena di stile. La colazione è servita in solidi piatti bruni di terracotta ed è un mélange divino di tradizioni francesi, mediterranee e portoghesi…

Traveler’s Picks

Traveler’s Picks

by Jean-Christophe Lalanne

Nato a Marmande (vicino a Bordeaux) nel 1964, un tempo insegnante di tennis, Jean-Christophe inizia la sua carriera nella moda a Parigi nel 1992 e ancora oggi lavora nel fashion management. Alcuni anni fa’, assieme a François, Jean-Christophe acquista un grande e tranquillo pezzo di terra in Portogallo e costruisce Villa Extramuros, un rifugio moderno nella campagna dell’Alentejo. Jean-Christophe e François se ne prendono cura eccelsamente, oltre a prendersi cura dei quattro stupendi gatti di casa Mr Toto, Ms Lulu, Mr Riri e Ms Mila.

MERCEARIA GADANHA

MERCEARIA GADANHA

Estremoz, Portugal

Ci avevano dato un indizio: “Qualsiasi cosa ordinerete sarà incredibilmente buona”. Questo ristorante con drogheria gourmet è una tappa culinaria fondamentale di un viaggio nell’Alentejo e vi porterà a percorrere campagne tinte di fioriture viola e gialle, punteggiate di mucche al pascolo, ulivi, querce, cicogne, fino a una cittadina di una bellezza semplice e senza tempo, Estremoz, l’ennesima rivelazione del Portogallo interno. La cucina di Gadanha utilizza gli stessi ingredienti che avrete imparato a riconoscere e ricercare in questo paese – fave, prosciutto stagionato, gamberi, patate, funghi freschi, baccalà, aglio, coriandolo, riso, mandarino, olio evo, erbe – in maniera così integra e raffinata da restituire piatti-capolavoro, autentici e moderni insieme. Oltremodo prelibati. La terrazza e le sale da pranzo sono egualmente distinte da un connubio di tradizione e freschezza. Lascerete Estremoz e Gadanha mai sazi di paesaggi, villaggi e sapori di un Portogallo che in qualche modo richiama l’Italia rurale di ricordi splendidi.

LUAR DO JANEIRO

LUAR DO JANEIRO

Évora, Portugal

Nelle vie più minuscole e meno battute della famosa Èvora, chiedete di Luar do Janeiro e i locali ve lo indicheranno nel loro idioma. La porta a vetri del ristorante-trattoria si apre su una piccola sala quadrata che ospita una vetrina frigorifero dai ripiani colmi di dolci tipici fatti in casa, un unico grande tavolo tondo apparecchiato, un grande bancone che separa dalla cucina aperta dove le cuoche mettono in teglia le tradizionali pie di sfoglia al pollo e altre delizie nostrane. La sala principale è separata e silenziosa, i commensali eleganti sembrano essere frequentatori abituali. E quando il cameriere fa segno di accomodarsi la tavola è imbandita di quell’antipasto misto della casa che in Italia non prendiamo più quasi in considerazione e qui ha caratteristiche mitiche e desiderabili: formaggi stagionati di capra, olive, insalata di fagioli e tonno, funghi misti al coriandolo, pane cotto nel forno a legna, melone bianco e prosciutto iberico. Il menu è il trionfo di ogni arrosto di carne e pesce, preparato secondo le antiche ricette locali e servito in porzioni pantagrueliche. La frutta tropicale succosa non manca a Lisbona e dintorni – mango, ananas, melone – e dona a questo pasto “mare e monti” tipicamente continentale il fascino esotico d’isole lontane e di navi mercantili che vanno e vengono.

Pedras Salgadas

Pedras Salgadas

Porto, Portugal

Sette piccole case modulari si sono nascoste negli spazi liberi tra i tronchi degli alti alberi di un parco incontaminato, il Parque de Pedras Salgadas, nel nord del Portogallo, a un’ora da Porto. L’acqua minerale arriva dalle pietre e sgorga da un rubinetto gigante nella vasca moderna della spa. L’illusione è che per entrare nella foresta si passi dalla tua camera. Pedras Salgadas è un presagio di come alla fine del Terzo Millennio l’architettura assomiglierà sempre di più alla natura.

1 of 2
12