"San Francisco"

Inn at the Presidio

Inn at the Presidio

San Francisco, USA

Old-world California a tinte rosso mattone, bianco candido e verde eucalipto. Se c’è un’immagine di San Francisco che chiamiamo casa e America è stare fermi al primo piano di questa locanda – edificata come ufficio militare nel 1903 con il classico porticato a colonne in legno – e fissare oltre il vetro della grande finestra orizzontale della nostra suite la lingua d’asfalto quieto e leggermente pendente che specchia villette singole gemelle, delimitate solo da prati d’erba bassa e nessun cancello. Presidio fu per secoli il quartiere degli ufficiali dell’esercito americano ed è quella zolla verde di parco sulla mappa, dove comincia il magico ponte rosso (il Golden Gate Bridge) che traghetta nella Marin County, come un arco di arcobaleno che finisce nel nostro tesoro a nord di San Francisco, ovvero Muir Woods, Bolinas, Mt. Tamalpais, Point Reyes.

Saison

Saison

San Francisco, USA

Sarà forse la cena più costosa della vostra vita, ma il caviale riserva stagionato (con il sale affumicato della casa) arriverà in un’antica zuccheriera in cristallo francese, i pickles del miglior sashimi di trota in un portagioie di vetro mignon, l’infuso di erbe di fattoria (la farm di famiglia si trova a appena un’ora a nord di San Francisco) in forma di un mazzolino di fiori di campo in una tazza da tè in porcellana e oro zecchino, l’asparago viola nudo e semplicemente scottato sulla fiamma viva. Il vostro vicino di tavolo sarà un cliente abituale, che torna qui solo, nel completo cremisi anni Settanta perfetto per un rendez-vous irripetibile ed elegantissimo. Chiedete di sedere il più vicino possibile ai lunghi tavoli acciaio brillante della cucina aperta, dove l’Executive Chef muove la sua squadra come api operose in una danza rigorosa. 3 stelle Michelin e nessun dress code… Come as you are.

Izakaya Rintaro

Izakaya Rintaro

San Francisco, USA

Chi è stato in Giappone sa bene come una trattoria tipica, lo chef e i vapori della sua cucina, l’allegria pacata che si consumano dentro possano mimetizzarsi perfettamente e sparire dietro a un numero civico. 82 14th Street sembrerà deserto, poi varcherete il piccolo cortile di canne di bambu, carpe di carta colorata al vento, filari di lampadine accese e sarete nella più perfetta izakaya giapponese con le alcove di legno di cedro centenario e gli yakitori che sfrigolano sul carbone. Forse più di ogni singola ceramica di portata, più delle piccole porzioni di “cibo della casa”, più del servizio delicato e sapiente, saranno l’atmosfera e la musica giusta le cult things di questo gioiello del Mission District, San Francisco.

Cotogna

Cotogna

San Francisco, USA

Chiediamo sempre di sedere al bancone di marmo, davanti alla brace e al forno per pizza italiano, davanti al più giovane chef, addetto ai lievitati, che spennella con il burro fuso lucido la lunga striscia di focaccia della casa sul lungo tagliere di legno. Noi la accompagniamo alla morbida ricotta della casa, cotta al forno nella sua ghisa in una grande foglia di fico, servita con miele setoso. Uno dei “piatti forti” della cucina rustica italiana di Chef Michael Tusk (2 stelle Michelin per Quince, il ristorante elegante della porta accanto) è il tortellone fatto a mano (ripieno di ricotta e tuorlo d’uovo cremoso) al burro fuso, Parmigiano e pepe abbondanti. Fuochi d’artificio salati per due italiani che, negli Stati Uniti d’America, prenotano a un ristorante italiano solo in California.

Four Barrel Coffee

Four Barrel Coffee

San Francisco, USA

Finito il vostro pellegrinaggio mattutino verso ogni singolo tempio del caffè di San Francisco, là dove giovani belli e tatuati macinano e tostano chicchi quotidianamente, smistano carrelli colmi di pacchi di miscele della casa verso i migliori ristoranti della città, là dove si discute delle note aromatiche di lillà, pesca, melone d’inverno di ogni monorigine di Etiopia, Colombia, Brasile e si degustano alte mug bollenti a colazione con il giornale (digitale) del mattino, allora tornerete ogni giorno al Four Barrel, lungo Valencia Street, perchè sono onesti e sexy. Siete a pochi isolati da Tartine Bakery, ma il vostro rito ormai è il drip coffee dello Slow Bar e il bun dolce allo zenzero e caramello da spezzare con le mani…

UNA FAVOLA PER ADULTI ANCORA BAMBINI

UNA FAVOLA PER ADULTI ANCORA BAMBINI

San Francisco, USA

San Francisco comincia con un ponte rosso. All’inizio è una lingua di puntini, che sembrano impazienti di tuffarsi nell’acqua, poi piano piano si rafforzano, iniziano a diventare case, finestre, alberi gonfi, che fanno da orlo ai marciapiedi, tram, che vanno su e giù come in una pista giocattolo. Una bandiera americana in fondo, da qualche parte, si agita senza tregua…

Forage

Forage

San Francisco, USA

Supporta la comunità locale della San Francisco Bay Area e la raccoglie attorno al cibo che la natura offre. Attraverso diversi progetti, dei quali il nostro preferito forse è “the Wild Kitchen”: un ristorante “vagabondo”, un calendario di cene esclusive. 60 commensali attorno a un tavolo comune, 8 portate sfarzose, ognuna dedicata a un ingrediente selvatico edibile (“wild edible”). Seguendo le stagioni, i menu esplorano foreste e oceani. Noi riceviamo le loro newsletter e quando arriva una nuova Foraging Class sogniamo di unirci a questi saggi ragazzi per un’escursione per terra o per mare alla ricerca di cibo.

SLOW CLUB

SLOW CLUB

San Francisco, USA

Quando il menù comincia con Homemade Granola mi sentiamo al sicuro. Come allo Slow Club, che si autodefinisce un ristorante casual di quartiere. Approvvigionamenti dalle fattorie e dai ranch fuori città, porzioni più che generose, allegria diffusa. Dalla colazione al drink, in un angolo quieto di Mission.

MAGNOLIA PUB

MAGNOLIA PUB

San Francisco, USA

Si definiscono “gastropub” quei pub che servono birre e cibo di alto livello. Il Magnolia ne è un esempio illuminante. Il menù è scritto fitto fitto sulla grande lavagna in alto. Piatti sostanziosi e hamburger gourmand. Sulla hippie Haight Street.