"Sud America"

Atemporal

Atemporal

Lima, Perù

Ci svegliano il candore della luce e il cinguettio tropicale degli uccelli, che invadono la stanza al primo piano, la stanza dalle grandi finestre e dal grande letto di cotone bianco. Sbirciamo fuori e ritroviamo la piccola Santa Maria, una via minore e aristocratica di Miraflores, che i taxisti non conoscono. Precisamente dove Miraflores sta per lasciare il passo a San Isidro, a quell’incanto di bosco di ulivi che è El Olivar e dopo ancora all’hacienda settecentesca di Astrid y Gaston. I taxisti non conoscono questo nuovo “hotelito” e non glielo insegneremo, ci faremo lasciare ogni volta a Ovalo Gutierrez, per non disturbare la quiete di Santa Maria e di questa casa mozzafiato. Siamo regine di una piccola residenza che risale agli anni Quaranta e genera orgoglio ogni volta che si varca il cancello d’ingresso. La colazione delle delizie è fatta di porzioni gentili e di una veranda aperta sul giardino, dove stanno mettendo a dimora un nuovo limone. A volte gli esempi di ospitalità più compiuta e moderna stanno in città inattese.

TUTTO D’UN FIATO

TUTTO D’UN FIATO

MINI Adventure Trip 2015, Argentina

Il suono croccante delle ruote sulla pista sterrata per Antofagasta de la Sierra. La terra sul cofano e noi a scrivere con le dita come bambini, dentro alla Valle della Luna. Il sibilo del vento attraverso il finestrino socchiuso verso Tolar Grande. La crosta nera di vulcano che si frantuma contro dune di sabbia ocra. Le cromie delle rocce andine. I fiori di cactus, i cespugli spettinati dal vento e ogni lama al pascolo. Il bianco puro di Salar de Antofalla e il blu puro dopo i 4.800 metri che levano il respiro. I gauchos a cavallo sull’orlo di paesaggi grandi oltre ogni fantasia. La natura in una bellezza assoluta, da costringere a ripensare il concetto di ciò-che-è-bello…

Casa Lola

Casa Lola

Trancoso, Brasil

Se fossimo rondini in autunno voleremmo qui. Ci piacciono gli spazi ariosi, lo scambio alla pari tra dentro e fuori, l’amicizia tra il bianco e il legno, i turchesi di alcuni oggetti e del cielo, i rosa audaci dei fiori, il verde spigliato dei cespugli selvaggi e le piccole piscine, grandi abbastanza per riprenderci in volo.

We Hostel Design

We Hostel Design

São Paulo, Brasil

Ville d’epoca dalle mura color latte e dal giardino impeccabile come questa se ne trovano tante a San Paolo. Sono le residenze blindate dei quartieri alti. We Hostel prende posto qui, in una di queste magioni mozzafiato e ne sovverte gli schemi classici al loro interno. Camerate dal minimalismo estremo e stanze nobili arredate con mobili da recupero. La semplicità diventa vanto, l’incontro di stili pura bellezza, le note di colori insoliti sorprese per gli occhi. We love.

Refugia

Refugia

Chiloé Island, Chile

Chiloé è una striscia di terra selvaggia lunga e stretta, circondata dall’oceano di fronte alla parte sud del Cile. L’arcipelago che la contiene porta il suo nome, perchè è lei la più grande tra tutte. Su un suo promontorio nasce Refugia, un grande nido moderno. Maestoso, geometrico, lussuoso. Ognuna delle sue dodici stanze hanno vista sulla natura, sala lettura, living room e terrazza. La leggenda racconta di una nave fantasma, che naviga sotto i mari intorno l’isola e che a volte arriva in superficie e si lascia avvistare dalle altre navi. Potrebbe capitare anche a voi di incontrarla, durante una gita tra i fiordi, a bordo di Williche, il vascello di proprietà dell’hotel.

Estancia Candelaria del Monte

Estancia Candelaria del Monte

The Pampas, Argentina

Guidando in direzione di San Miguel del Monte, poco fuori Buenos Aires (per noi il tempo infinito per uscire il venerdì sera dalla città sull’arteria principale a numerosissime corsie, intasata di auto in lento movimento o in panne) il paesaggio non è assolutamente distante da quello della campagna emiliana e la stanchezza può aggravare la delusione dell’attesa di un sogno più selvaggio…

Più vicini al cielo

Più vicini al cielo

Buenos Aires and Salta, Argentina

Buenos Aires profuma di Jacaranda blu a inizio estate dell’emisfero australe, il nostro dicembre. È un aroma dolce diffuso in tutta la città, la cui presenza non puoi fare a meno di riconoscere. Di ogni luogo ricordiamo alcuni tratti e l’Argentina ha un’aria profumata inebriante, in città, come in campagna, fino al più remoto confine del suo immenso territorio…

El Obrero

El Obrero

Buenos Aires, Argentina

Un argentino ci ha detto che La Boca non è periferia, a El Obrero ci siamo sentiti alla fine della città. In questa via residenziale avvolta nella luce fioca di pochi lampioni ci si arriva solo in taxi e solo perché si conosce l’indirizzo. All’ingresso un poliziotto è fisso a controllare i commensali che arrivano e ripartono. Calamari fritti, salsiccia alla brace e purè di patate. Cucina abbondante, povera, gustosissima, economica.

Remota

Remota

Puerto Natales, Chile

Remota si trova a Puerto Natales, a tre ore di macchina su strada asfaltata da Punta Arenas, l’ultima città del Sud del Cile. Il viaggio da Punta Arenas non sarà l’ultimo transfer per l’hotel, ma il primo mozzafiato contatto con l’immensità della Patagonia, con i suoi vasti greggi di pecore e bestiame, che pascolano in fattorie senza fine, gli uccelli selvatici, le oche, lungo i fiumi e i laghi, alcuni condor e qualche volpe che attraversa la strada. Remota è un hotel, così lontano, difficile da raggiungere al punto che te lo devi meritare!

CRAFT HOTEL

CRAFT HOTEL

Buenos Aires, Argentina

Hip hotel nel quartiere Palermo. Arredi semplici e pareti dai toni sgargianti, a partire dal rosso lacca dell’esterno. E una vasca sul tetto che fa nuotare il cielo.

Finca Valentina

Finca Valentina

Salta, Argentina

Salta è una città decisamente meno attraente di quanto letto su molte guide, ma è il nocciolo di un territorio di infinita bellezza, perciò la città della sosta, dalla quale partire qualche giorno in ogni direzione. Il Finca Valentina è la casa dove tornare, un rifugio divino. È intimità e pace ideale nel sofisticato, bellissimo casale di Valentina e Fabrizio, aperto agli ospiti come fossero di famiglia. Il risveglio è al mattino presto, perché gli uccellini si prendono il sonno con un frastuono leggero e insistente. Tovaglie di lino e ricami a colazione, latte alla vaniglia e muesli croccante, scones e frolle appena sfornati, dulce de leche da spalmare. Mani femminili argentine preparano deliziose pietanze sapientemente ispirate alla tradizione culinaria italiana. A cena si parla della Puna, dei paesaggi marziani che alcuni hanno ancora negli occhi e che gli altri sanno che torneranno a vedere.