"Svezia"

Specieret

Specieret

Stockholm, Sweden

Bistrot gastronomico che confina con le pareti del pregiato Gastrologik e ne condivide le cucine, le ispirazioni e la personalità delicata. Tre piccoli community tables per una piccola unica sala vetrata e la rara capacità di rendere quel pasto comune appunto, ma personale. La grande lavagna di gesso a parete per un menù breve a cena e brevissimo a pranzo, ma che riesce sempre a riassumere le due anime di Svezia, terra e mare…

HTL Kungsgatan

HTL Kungsgatan

Stockholm, Sweden

“Pamper” è un vocabolo che abbiamo ammesso nella nostra lingua, riassume quel vizio che ci accordiamo di frequente nei nostri viaggi, una carezza meritata che ci arriva da fonti diverse. A Stoccolma, sull’arteria centrale di Kungsgatan, in un city hotel di nuova generazione, troviamo precisamente quell’indulgenza verso il viaggiatore metropolitano evoluto e self-confident che è in noi. Ogni richiesta legittima qui diventa superflua, superata…

EKSTEDT

EKSTEDT

Stockholm, Sweden

It’s old school. Calore, fuliggine, cenere, fumo e fuoco, come unico metodo di cottura. Il profumo della brace per ore e le maniche di camicia check arrotolate per liberare mani svelte su pietanze minuziose. Betulla, pelle, rame, arenaria, legno. Crescere, da nord a sud, da Jämtland a Skåne. Inventare una cucina Scandinava strabiliante e servirla à la minute, in una danza fiabesca di coppe, tegami e taglieri mignon. Vorremmo che la gastronomia del futuro fosse così: un albero dal tronco robusto, rassicurante e poi rami nuovi, smaglianti, ipnotizzanti. Siamo entrati in una porta a vetri di una via anonima nella city di Stoccolma e si sono aperti mari, foreste, prati, campi della Svezia tutta…

Hotel Skeppsholmen

Hotel Skeppsholmen

Stockholm, Sweden

Dormire una manciata di notti d’inverno a Stoccolma e farlo aprendo gli occhi sull’alba albicocca della baia, oltre gli alberi magri, la banchina gelata e i velieri dell’isolotto di Skeppsholmen, è per noi uno dei modi più naturali di vivere la capitale svedese. Fingendo (neanche troppo) di essere ospiti di una pacifica residenza campestre, raggiungibile solo da un piccolo ponte e dal mare, a bordo di un battello. Lentamente, quasi a passo d’uomo…

Traveler’s Picks

Traveler’s Picks

by Niklas Ekstedt

Chef-patron svedese, presentatore televisivo e autore di famosi libri di cucina, lo svedese Niklas Ekstedt dimostra una sorprendente creatività nel creare piatti eleganti utilizzando tecniche di cucina svedesi dei tempi andati e bruciando, come unica fonte di calore, la legna. L’esatto opposto della gastronomia molecolare, modernista o avveniristica, la straordinaria esperienza di ristorazione offerta dal suo team è stata premiata nell’aprile 2013, quando ad EKSTEDT fu assegnata la prima stella Michelin…

Matsalen

Matsalen

Stockholm, Sweden

Se i ristoranti sono luoghi dove vengono serviti e consumati pasti nei vari momenti della giornata, il Matsalen (alta cucina gourmet), nella stupefacente cornice del Grand Hotel di Stoccolma, non è un “ristorante”, ma un olimpo di sperimentazione gastronomica, dove vivere esperienze culinarie one of a kind. Protagonista è la sapienza, la filosofia e la creatività dello chef stellato Mathias Dahlgren. Una cucina in cui tanto c’è della sua Svezia e tanto delle tradizioni e influenze apprese worldwide. Materie prime accordate con le stagioni, sapori magistrali inediti, presentazioni come opere d’arte. La sala è pervasa di quello stile nordico-contemporaneo dalle tinte impeccabili, che tanto seduce noi Europei del Sud: ricercato ma accogliente, colto ma rilassato. Da provare, nella medesima location, il Matbaren, gastro-bistrot eccellente e il Matbordet per una “here-and-now experience”, a tu per tu con lo chef all’opera.

Oaxen Slip

Oaxen Slip

Stockholm, Sweden

Oaxen Slip è il bistrot dove vorremmo approdare dopo ogni lunga mattina di chilometri macinati a piedi, all’avanscoperta di una città. Frizzante nell’atmosfera, eccentrico nei dettagli (due barche di legno pendono dal soffitto osservando la sala dall’alto), generoso nelle porzioni, autentico nel menu (soprattutto pesce, ingentilito da erbe scandinave), glorioso nella posizione vista mare, in un angolo discreto di Djurgårdens. A fine pasto, la probabilità che prenotiate un tavolo per la cena gourmet all’Oaxen Krog adiacente è sempre molto alta.

Grythyttan Inn

Grythyttan Inn

Grythyttan, Sweden

Da tempo ci stavi aspettando. Sono le otto della sera e il sole è ancora alto. Sei un piccolo mondo di case di legno bordeaux e bianco nato 374 anni fa su una terra di foreste e laghi che chiamano Svezia. Grythyttan Inn, finalmente siamo qui, e con nitido stupore girovaghiamo tra le tue stanze e ci affacciamo sui tuoi giardini. Nel tuo cortile due giovani sposi stasera festeggiano la loro promessa. Tutte le tue stanze hanno un nome e una storia appesa sulla porta azzurro cielo o pastello diafano. La nostra si chiama Easter…

Gastrologik

Gastrologik

Stockholm, Sweden

Siamo a Stoccolma, quartiere Östermalm, sono le 8 p.m. del 6 giugno 2014. Una sala raccolta, con tavoli vestiti di lino bianco, boiserie di rame, lastre di vetro smeraldo. Una cucina a vista oltre il bancone cangiante dal quale spuntano due bouquet di steli di campo. Giovani ragazzi (e una ragazza) con il grembiule color cioccolato scompaiono oltre il vetro, cercano un piatto dentro una nuvola di vapore, raccolgono fiori dai bouquet, affettano un pane nero, prendono una toma alle erbe e la chiudono dentro uno scrigno. Assistiamo a un ritmo di gesti che sono incarnazioni adulte di grazia. Le posate non servono, non adesso. Il menù è un foglio bianco, perchè ogni sapore sarà spiegato a parole con un amore radicale e dolce. Mordiamo veli di patate croccanti, che ci trasportano sopra un tappeto di foglie autunnali protetto da un groviglio di rami scandinavi. Dentro una scatola di legno è stata racchiusa una foresta. Alla fine del viaggio, non siamo ancora a Stoccolma e non sono le 11 del 6 giugno 2014. Siamo altrove e in un momento indefinito di un’epoca che, al di fuori di queste mura, deve ancora arrivare.

Traveler’s picks

Traveler’s picks

by Jacob Holmström

È un pomeriggio di fine primavera a Stoccolma. Incontriamo Jacob, tra le mura di Gastrologik durante gli ultimi preparativi per la cena, in un’atmosfera rarefatta e semplice, come la cucina che a breve verrà servita agli ospiti. Jacob, chef insieme ad Anton di uno dei ristoranti più lodati della città, ha gli occhi del colore di questo cielo terso e un amore per il suo lavoro che trapela da ogni suo sorriso.

Hotel J

Hotel J

Stockholm, Sweden

L’Hotel J non è per i pragmatici. L’Hotel J è per chi trova rinvigorente e prezioso fare una breve crociera lungo il canale per raggiungere il centro città, per chi sogna un molo di legno a 100 passi dal proprio letto, per chi conosce l’East-Coast e ne ha nostalgia, per chi desidera colazioni svedesi ogni mattina. L’hotel J è per chi ama le residenze d’epoca, il parquet che scricchiola, i ritratti di famiglia, i tavoli di legno grezzo, per chi si lascia sedurre dall’anima di un hotel unico, per chi per chi trova rassicurante addormentarsi accanto alla natura. L’hotel J è chi ama perdutamente il Nord e ha cominciato a conoscerne i suoi segreti.

Miss Clara

Miss Clara

Stockholm, Sweden

Da sempre ci affascinano le storie, ecco perché il Miss Clara ci ha conquistato: perché di storie è intriso. Custodito in uno dei palazzi Art-Nouveau più pregiati della città, che un tempo ospitava uno storico ateneo femminile, il Miss Clara (Nobis Hotel) appaga il nostro sentire in ogni aspetto. Nel rigore contemporaneo degli arredi, nei lumi ricercati, nella scelta delle riviste sul comodino, nel plaid che sceglieresti esattamente così tra mille, nella selezione di pani, yogurt, cereali, marmellate, tè della prima colazione. E soprattutto in quell’atmosfera importante, che solo tra mura antiche, intrise di storie, può essere creata.

Rosendals Trädgård

Rosendals Trädgård

Stockholm, Sweden

Un frutteto di meli centenari, un vigneto dai rami nobili, un roseto ricco di boccioli antichi e rari, prati verdeggianti a perdita d’occhio. Serre minimaliste dove trovano riparo il Plant Shop e il Café, che offre pietanze realizzate solamente con prodotti organici, pani e dolci svedesi, appena sfornati nella Bakery accanto. Una Boutique dove acquistare delicatessen e artigianato, tavolini sotto al pergolato, affollati da famiglie bionde dagli occhi blu. Rosendals Trädgård è un piccolo regno dedicato all’arte botanica (si organizzano corsi e workshop) e alla joie de vivre, in quell’isola da favola nordica che è Djurgårdens. Vi auguriamo di trovarvi in questo giardino delle Meraviglie, in una domenica mattina di primavera raggiante e di viverne come noi l’indimenticabile sogno.

Un’estate a parte

Un’estate a parte

Gotland, Sweden

Ci avevano detto che ci sarebbe piaciuta. Ci avevano parlato di un litorale spartano oltre la pineta, di pedalate lungo sentieri di ghiaia, di un’atmosfera hippy allegra, di due ristoranti, uno più ricercato, uno più frick. Dopo esserci stati possiamo promettervi che Bungenäs è un’estate a parte, un luogo ispirante ed eccentrico, un promontorio dove pranzare con amici appena incontrati, una spiaggia dove non ci sono sdraio ma letti di ferro per addormentarti sotto agli alberi, un nome che avrai voglia di confidare solo a chi sai ne apprezzerà come te la magia. Per arrivarci si passa dal bosco, apri il cancello e lo richiudi dietro di te. Querce, pini, siepi, rovi come pareti del corridoio di una casa. Profumo di montagna sperduta, rami di luce tra i rami degli alberi…

Editor’s picks

Editor’s picks

by Laura Taccari

Il mio dono è scrivere. Il mio compito è scrivere. Scrivo di storie, di abiti, di camere d’albergo. Scrivo di sentimenti, di stoffe, di colazioni, di sogni. Scrivo di meraviglie. Amo viaggiare e scoprire cose nuove, viaggiare e comprendere cose antiche. Amo svegliarmi presto ogni mattina, fare il pane, la pasta frolla, la granola croccante, sperimentare torte di mele. Mi piace il Nord, l’accoglienza curata, una stanza che per una notte diventa mia…

1 of 2
12