"Svizzera"

La Rösa

La Rösa

Poschiavo, Switzerland

Quando istituiremo un riconoscimento speciale per i luoghi che superano in meraviglia la nostra immaginazione, ci tornerà in mente la cena a lume di candela della Stazione della Posta di Poschiavo. Un’ampia stanza che dà sul giardino, un lungo tavolo di legno al quale sono seduti insieme tutti gli ospiti della locanda. Candele e fuoco nel camino come uniche fonti di luce. Il profumo della legna che arde, della zuppa del giorno, dello sformato, della torta di mele cucinati nella vecchia stufa a legna…

Hotel Alpina

Hotel Alpina

Vals, Switzerland

Mille abitanti, mille pecore e mille posti letto per i forestieri. È la regola di Vals, tenacemente custodita da decenni, a cominciare da quando la fama delle terme del paese (già note agli Antichi Romani) ha iniziato a spargersi tra le valli e le città vicine. Ce lo racconta Marco, e non senza un baleno di orgoglio negli occhi, in una mattina di autunno, tra le pareti accoglienti e intime del suo Hotel Alpina…

Le Namasté

Le Namasté

Verbier, Switzerland

Guidare dieci minuti in auto da Verbier, raggiungendo Les Planards nell’ora miracolosa del tramonto sulle Alpi, quando le cime e i pendii si tingono di rosa e i fuochi vengono accesi nei camini centenari. Fermarsi davanti alla facciata di un capanno di legno con le lucine che incorniciano il tetto a punta e le corna al centro. Varcare la soglia di Le Namasté e essere avvolti da un’atmosfera allegra e paciosa. Ordinare una Fonduta, un Croûte Namasté, una fetta di Tarte ai frutti raccolti nel bosco. Per noi vuol dire essere semplicemente felici.

VERBIER: TWO DAYS OF WONDER

VERBIER: TWO DAYS OF WONDER

Verbier, Switzerland

Ci sono molti modi di trascorrere un fine settimana di inizio giugno. A noi piace salire tra i monti, per vivere la natura. La nostra ultima scoperta si chiama Verbier. Un viaggio breve da Milano e siete ai piedi del Mont Fort. Aria frizzante, prati che mostrano una palette completa di verdi, vette innevate all’orizzonte, indirizzi inediti, tra design e tradizione…

La Marlenaz

La Marlenaz

Verbier, Switzerland

Uno chalet appoggiato accanto a una roccia maestosa e a un bosco da fiaba. Una mattina raggiante di inizio settembre, al termine di una passeggiata che faresti ogni giorno, se abitassi su questo pendio, che ammira Verbier dall’alto. Tintinnii di posate, cinguettii di passerotti locali e un sottofondo vivace di parole francesi, italiane, inglesi. Giovani coppie, comitive di amici, bambini che scalano la porzione di montagna facile. Tra gli chalet di ristoro alpino, La Marlenaz è tra i nostri preferiti, per la qualità eccelsa delle pietanze, del servizio, per la grazia dei decori e dei dettagli e per la beatitudine della sua posizione incantata.

Cordée des Alpes

Cordée des Alpes

Verbier, Switzerland

Non è nei nostri sogni al momento, ma se mai un giorno dovessimo progettare un Grand Hotel alpino, il Cordée des Alpes sarebbe di certo di grande ispirazione. Il primo impatto è con un’architettura maestosa ma elegante, realizzata con echi di stile tradizionale e legni locali pregiati. Ma l’innamoramento accade all’interno, di cui approvi ogni dettaglio, dal plaid con motivi geometrici panna e mattone, agli oggetti di una volta (vecchi sci, guide antiche, zaini vintage), dai mobili minimal alla palette irresistibile di grigi e di beige. Salendo ai piani incontri moquette melanzana, porte grigio pallido e verdone…

Walig Hut

Walig Hut

Gstaad-Saanenland, Switzerland

Quella che vi raccontiamo è una favola alpina. Una capanna del 1786, appartenuta ai fattori e alle loro mucche, che ancora passano qualche notte nella grande stalla a inizio giugno e a inizio settembre. Questa notte anche noi dormiamo qui. Bevendo l’acqua fresca dell’abbeveratoio. Calpestando fieno secco odoroso su pendii dolci a 1700 metri di altitudine. Aspettando che la fondue locale cuocia il tempo che ci vuole sul fuoco a legna. Sprofondando sotto a strati di piuma color burro, sotto a strati di pelliccia calda…

Gstaad Palace

Gstaad Palace

Gstaad, Switzerland

Un Grand Hotel di montagna dovrebbe avere la storia e l’eleganza del Gstaad Palace. Un trionfo sottile nell’ospitalità e nel servizio, un’atmosfera suprema in ogni sala e corridoio. Le trame e i tessuti provocano gioia (l’ascensore è imbottito dell’ennesimo, magnifico tartan). I cubi di burro giallo di montagna, le gaufres perfette, il giornale del mattino, la warm waterfall al profumo di scorza di mandarino e la sauna, il romantico Walig Hut e poi Gildo, Head Maître D’ dal 1968. La Dolce Vita continua nelle Alpi Svizzere.

Walserhof

Walserhof

Klosters, Switzerland

Tutto iniziò ventidue anni fa, dietro le quinte di questo grazioso albergo di Klosters, antico villaggio della Prettigovia, nei Grigioni. Silvia era una giovane austriaca giunta in Svizzera per lavorare, Heribert un apprendista chef molto ambizioso. Si sono innamorati e sposati e la vita li ha portati altrove. Da circa un anno gestiscono l’albergo che li ha fatti incontrare e vivono di nuovo e felicemente tra le sue mura (insieme a loro figlio Florian)…

Guardaval

Guardaval

Sporz, Switzerland

I ricordi che potrai aggiungere alle tue memorie di montagna dopo un soggiorno al Guardaval sono una scorta variegata di carezze. La carezza prodigiosa di un raggio di sole rifratto, quella gentile dell’erba sotto ai piedi scalzi e del lino pregiato delle lenzuola ricamate. La carezza pungente di un refolo capriccioso e dell’acqua bollente nella tinozza esterna (da raffreddare a piacimento con secchi di acqua gelida della fonte). Le carezze che provocano il borbottio del ruscello sotto la finestra e la Spa, con i letti di fieno profumato e il grande nido di legno dai cuscini color prugna nel quale lasciarsi dondolare per ore…

The Cambrian

The Cambrian

Adelboden, Switzerland

The Cambrian ha guardato la montagna – un anfiteatro imponente e aperto di boschi, ghiacci e vette da cui nasce il sole al mattino – è salito un poco più su per abbracciare il panorama intero e lì si è fermato, tutto rivolto al cospetto di questo quadro naturale commovente…

Le Grand Bellevue

Le Grand Bellevue

Gstaad, Switzerland

Questo è un luogo di miracoli e meraviglie. Al Le Grand Bellevue hanno conservato una superba scatola, un Grand Hotel, l’unico sulla Promenade dell’esclusivo villaggio di Gstaad, una torta giallo crema con torrette, balconi e tende parasole e la bandiera svizzera come candelina. E poi hanno scardinato ogni scontata attesa di classicità e borghesia. Nessuna audacia, solo l’orgoglio gentile di aprire uno scrigno dove regna uno stile eccentrico contemporaneo raffinatissimo, tra gialli pieni, turchesi, carte da parati popolate di uccelli, eleganti tripudi di fiori freschi nei colori dell’arcobaleno, tweed caffè, check vinaccia, lampade art déco. Il cuore sobbalza e il sorriso si apre dettaglio dopo dettaglio, come con quell’ananas dorata (simbolo di ospitalità) di applique e chiavi, così poco scontata, esotica e nobile…

WHITE POD

WHITE POD

Les Cerniers, Switzerland

Si arriva al White Pod solo se golosi di stupore e fantasia, come siamo noi, a volontà. Dimenticatevi ascensori e tesserine per aprire serrature tecnologiche. Alla reception vi omaggeranno di torce, binocolo, mappe, istruzioni per il fuoco, walkie talkie e uno zaino dove riporre l’essenziale. Per raggiungere la vostra suite che qui chiamano “pod” e che per noi ha tutto il diritto di essere definito “nido” dovete superare una strada in salita, costeggiare un bosco e arrampicarvi su una collina…

STAFF PICKS

STAFF PICKS

by Luca De Santis

Luca ama viaggiare per incontrare lo straordinario. Dare spazio alla diversità. Luca ama restare. Ama ciò che diventa rito e si tramanda di padre in figlio. (Luca, Creative Director di Meraviglia Paper, è art director, fotografo e video maker).

EDITOR’S PICKS

EDITOR’S PICKS

by Paola Corini

Paola ama il sole non troppo forte, il profumo delle erbe, la combinazione di colori del Lilac-breasted Roller del Botswana, il pane fresco, l’aria di montagna, chi sorride, le parole, la frutta d’estate. Fino a un anno fa viaggiare e scriverne erano solo lo straordinario, nel 2013 fonda Meraviglia Paper con Laura e diventa senza indugio Travel Editor. Continua a pensare che viaggiare in questo Mondo sia qualcosa oltre l’ordinario, favoloso, vitale.

1 of 3
123